Come funziona il web

Se ti sei mai chiesto quale sia la differenza tra internet e web, oppure tra client e server, le righe che seguono potranno esserti di aiuto.

La differenza fra Internet e Web

Iniziamo facendo chiarezza su due termini che spesso vengono impiegati uno al posto dell’altro.

Internet, spesso definita la “rete delle reti”, è un insieme di reti di computer sparse per il mondo e collegate tra loro, al fine di scambiare informazioni fra gli utenti che vi accedono. Le modalità impiegate per questo scambio sono di vario tipo: email, trasferimento di file, VoIP e il World Wide Web. Gli standard che definiscono come scambiare informazioni sono i protocolli

Il World Wide Web (abbreviato semplicemente con Web), è uno dei servizi che utilizzano internet per lo scambio di informazioni. La sua caratteristica principale consiste nella possibilità di usufruire di contenuti, ai quali si accede attraverso collegamenti ipertestuali, comunemente chiamati link. Il protocollo impiegato è l’HTTP (HyperText Transfer Protocol).

Qualche parola sui Browser

Per poter accedere al Web vengono impiegati dei software chiamati web browser o più semplicemente browser. Alcuni di questi vengono forniti direttamente con il sistema operativo impiegato dal computer: Internet Explorer è il browser per i sistemi operativi Windows e Safari per OS X. Altri invece possono essere installati in un secondo momento, come Chrome, Firefox, Opera tra i più diffus. Di questi esistono poi le versioni per i dispositivi mobili (iPhone, iPad, dispositivi che utilizzano Android e molti altri).

Gli aggiornamenti ai browser vengono rilasciati in maniera abbastanza regolare per fornire un supporto maggiore alle nuove caratteristiche HTML e CSS. Inoltre ormai tutti i browser includono dei tool che facilitano lo sviluppo di siti web, altri ancora possono essere installati in un secondo momento.

Sta a ognuno testare i vari browser e poi scegliere quello più idoneo alle proprie esigenze.

I Server Web

Ma dove si trovano le informazioni a cui vogliamo accedere con i browser? Esistono dei computer costantemente collegati a internet, i server , su cui girano delle particolari applicazioni chiamate appunto server web. I server hanno il compito di gestire le richieste di pagine web di un client, dove invece è installato il browser (un computer personale, un tablet o uno smartphone). La comunicazione tra server e client avviene tramite il protocollo HTTP, o nella versione sicura, tramite HTTPS.
Spesso la denominazione server web viene impiegata anche per indicare il computer che ospita le pagine web.

Come si accede al Web

Dalle righe precedenti si può intuire che l’accesso al Web avviene tramite dispositivi di vario tipo e formato: desktop, laptop, tablet, smartphone, tv, console per videogiochi e in futuro ne potrebbero essere aggiunti di altri.

Oltre a questi dispositivi di uso comune, bisogna tenere presente che esistono ulteriori modalità di accesso al Web: le tecnologie assistive. Queste altro non sono che quelle tecnologie (sia hardware che software), realizzate ad hoc per rendere accessibili e usabili anche a persone con disabilità.

Un indirizzo per le risorse Web: l’URL

Ogni pagina e risorsa sul Web possiede il suo indirizzo univoco chiamato URL (Uniform Resource Locator). Vediamo quali sono le parti che compongono un URL.

  • http://
    La prima parte che compone l’URL definisce il protocollo impiegato per lo scambio di informazioni, generalmente HTTP o HTTPS (versione sicura).

  • www.ilmiosito.it
    La parte successiva è il nomehost e rappresenta l’indirizzo fisico del server dove risiede la risorsa. Può essere espresso, come nel nostro caso con un nome di dominio (www.miosito.it) o direttamente tramite l’indirizzo IP (un’etichetta numerica che identifica in maniera univoca il server, come 107.137.205.80).

  • /esempi/capitolo_1/prova.html
    L’ultima parte rappresenta il percorso assoluto alla risorsa che stiamo cercando: prova.html. Le parole separate dagli slash rappresentano i nomi delle directory e iniziano con la directory principale (indicata dallo / iniziale).

Avrete notato che non sempre l’ultima parte dell’URL è composta dal nome della risorsa, ma puntano a una directory:

  • http://www.miosito.it
  • http://www.miosito.it/esempi/

Quando il server riceve una richiesta di questo tipo, cerca nella directory il documento di default, solitamente index.html. Alcuni server possono anche utilizzare defalut.htm. Inoltre se per la realizzazione del documento è stato impiegato un linguaggio di programmazione server-side, il documento di default può essere index.php oppure index.asp.

Mettiamo tutto insieme.

Per concludere vediamo quali sono le fasi tipiche che occorrono prima che il documento web che cerchiamo sia visaulizzato nel nostro browser.

  1. La richiesta di una pagina web inizia nel momento in cui digitiamo l’URL nel browser o quando clicchiamo su un link. Come abbiamo visto l’URL contiene tutte le informazioni per arrivare a una specifica risorsa che si trova su uno specifico server in Internet.
  2. Il browser effettua quindi una richiesta HTTP al server contenuto nella nostra URL per ottenere una specifica risorsa. Se l’URL contiene solo una directory e non il nome della risorsa, vuol dire che sta richiedendo il documento di default.
  3. Il server cerca il documento richiesto, restituendo una risposta HTTP.

    • se non trova la risorsa, restituisce un errore 404 (Risorsa non trovata),
    • se il documento viene trovato, invia quest’ultimo al nostro browser.
  4. Il browser a questo punto analizza il documento, se al suo interno sono contenuti video, immagini, file musicali o altre risorse esterne, invia nuovamente una richiesta al server per ottenere queste nuove risorse.
  5. A questo il browser inserisce nella pagina HTML le nuove risorse ottenute, visualizzando il documento completo sul monitor.

Spero che l’articolo sia stato di gradimento.